Commercio e Territorio

Cos'è il Distretto del Commercio?

Distretti del Commercio

Il costante decentramento se NON chiusura di molte attività commerciali e d’intrattenimento avvenuto nei centri storici di paesi medio - piccoli ha creato un impoverimento del tessuto sociale ed una diminuzione della vitalità del sito stesso.
Regione Lombardia ha promosso la nascita dei Distretti del Commercio per contribuire a ridare vigore al Commercio locale, attraverso la valorizzazione di esercizi commerciali storici e di qualità, cercando di favorire l’aggregazione sociale e la promozione culturale e commerciale delle piccole realtà.
Il Distretto del Commercio comprende un’area territoriale ampia, comunale e intercomunale con caratteristiche omogenee per le quali soggetti pubblici e privati qualificano le attività commerciali come fattore d’innovazione e valorizzazione delle risorse di cui dispone il territorio stesso.
L’obiettivo principale del Distretto è favorire il Commercio come elemento trainante della promozione del territorio, anche in un ottica turistica.

Il Distretto del Commercio Alta Valle Sabbia

L’area del Distretto del Commercio Alta Valle Sabbia è formata dal territorio dei comuni di Anfo, Bagolino, Casto, Lavenone, Mura, Pertica Bassa, Pertica Alta, Vestone di cui è ente capofila.

Azioni

Attraverso il Distretto del Commercio Alta Valle Sabbia i comuni di Vestone (ente capofila), Anfo, Casto, Bagolino, Lavenone, Mura, Pertica Alta, Pertica Bassa; Ascom Brescia, Confesercenti e Associazione Artigiani hanno realizzato un articolato progetto che attraverso diverse azioni specifiche hanno reso fruibile ai residenti e ai turisti, un territorio che presenta peculiarità differenti che necessitano di essere salvaguardate (patrimonio storico – culturale, tradizioni storico – gastronomiche come la trippa e lo spiedo, prodotti caseari artigianali, la norcineria, i prodotti da forno, l'artigianalità e la lavorazione del legno e del ferro).

La Valle Sabbia e L’Alto Garda

L’area denominata “Terra tra i due Laghi” comprende il territorio montano collocato tra la parte nord – occidentale del lago di Garda e il lago d’Idro.
La Valle Sabbia si colloca come un territorio che fin  dai tempi antichi metteva in comunicazione la Pianura Padana con le Alpi Giudicarie.
Una Valle che a seguito della sua vicinanza con territori limitrofi è divenuta luogo di eccellenza produttiva in ambito siderurgico, con un patrimonio interessante, di archeologia e storia industriale; ha favorito attività legate all’artigianato come la liuteria e la lavorazione del legno e allo stesso tempo è riuscita a salvaguardare luoghi importanti da un punto di vista naturalistico.
Manualità e artigianalità, abilità valsabbine che hanno definito Valle Sabbia come luogo di prodotti artigianali gastronomici di pregio, derivanti dalla produzione casearia, dalla lavorazione delle carni, dalla raccolta di frutti ed erbe e che l’hanno legato indissolubilmente a piatti di tradizione. Pietanze come simbolo della storia di un paese.
Sono stati realizzati mappe e tre itinerari con lo scopo di raccontare e promuovere le attrazioni della Valle Sabbia, fornendo anche tre modi alternativi per viverla.
 
Tre itinerari (clicca sul testo in evidenzia per vedere le pagine):